lunedì 29 agosto 2016

Planet Manga: a ottobre arrivano "Tsubasa e Hotaru" e "Amami lo stesso"

Buon giorno dipendenti ♥ oggi post news su due nuovi shoujo della Planet Manga finalmente confermati. In verità ve ne avevo già parlato al volo sulla pagina FB del blog, dove ho pure fotografato le pagine dell'anteprima in preda alla gioia, quando vedo nuovi shoujo in uscita sono sempre molto felice e non vedo l'ora di dirvelo!

Ora ve li presento molto brevemente, posso già dirvi di averli letti entrambi tramite scan e di essere arrivata ad un punto con un'idea personale già ben definita su di loro, tanto che Amami lo stesso l'ho già recensito QUI.

Titolo: Tsubasa e Hotaru
Autore: Nana Haruta
Volumi: 7 in corso
Uscita: 13 ottobre 2016


"La storia vede come protagonista Tsubasa Sonokawa, una quindicenne studentessa delle superiori innamoratasi del proprio senpai quando questi la soccorre dopo uno svenimento alla stazione per anemia. Tsubasa pensa che si tratti di un incontro voluto dal destino e va a trovarlo in classe ogni giorno. Tuttavia, il ragazzo le risponde che i suoi sentimenti sono "pesanti", e la scarica. Tsubasa incontra un altro ragazzo dopo aver sostituito la propria amica Yuri come team manager del team di basket, e capisce di poter avere più cose in comune di quanto non immaginasse con questo giovane di nome Aki."  Trama: http://www.animeclick.it/

Io e Nana Haruta, dopo Stardust Wink, ci siamo prese una pausa dal rapporto lettrice/fan - mangaka, e dopo aver letto Tsubasa e Hotaru tramite scan sono ancora più convinta che questa pausa ci faccia bene soprattutto visto che è ho perfino abbandonato la lettura delle scan. Potrei già recensirvi il fumetto perché ho un'idea molto chiara di ciò che vuole, però lo stroncherei ancor prima di vederlo tra gli scaffali delle vostre fumetterie. Piatto, noioso e patetico: mi fermo qua! L'unica cosa che mi piace è il modo di disegnare della Haruta, che davvero è uno dei miei stili Ribon preferiti.



Titolo: Amami lo stesso
Autore: Aya Nakahara
Volumi: 10 conclusa
Uscita: ottobre 2016

"Michiko Shibata ha 29 anni che si ritrova disoccupata dopo la chiusura della ditta per cui lavorava. Non è mai stata parsimoniosa, quindi i soldi che le rimangono sono ben pochi, e il suo ragazzo ancora universitario non si fa scrupoli a sfruttare come sempre il portafogli di lei per farsi pagare tutto. Un giorno Michiko incontra un suo ex burbero capo per cui lavorava, Kurosawa, attualmente occupato gestore di una caffetteria ereditata dalla nonna. Vedendola depressa e senza lavoro, la assume come cameriera nel suo locale."


Penso che non abbia bisogno di commenti, se mi seguito avrete sicuramente letto la mia RECENSIONE, e fidatevi che prima dell'uscita la troverete ovunque perché voglio convincervi a comprare questo josei. È Aya Nakahara! Questa donna ha sfornato quel mito di Lovely Complex e anche Berry Dyamite, quindi non me lo lascerò sfuggire, ho proprio bisogno di un manga demenziale, divertente e dai dialoghi geniali. Negli ultimi anni, in Giappone, questo josei è diventato davvero molto popolare tanto che, a inizio 2016, ha ottenuto una trasposizione live action.

Cosa pensate di questi due due nuovi manga che escono? Li avete già letti? Li comprerete? Voglio inoltre ricordarvi che, sempre ad ottobre 2016, uscirà anche Haru x Kiyo di Akira Ozaki grazie alla Star Comics.

martedì 23 agosto 2016

Recensione: Aruito - Alla ricerca di me stessa

Buon giorno lettori ♥ il papiro che vi subirete oggi è il frutto di una delle recensioni più difficili che io abbia mai scritto fino ad ora, forse la più difficile. Forse perché in se, lo stesso manga è stato difficile da comprendere e interiorizzare, lasciandomi con tante idee per la testa, senza un pensiero concreto e mirato. Cioè non so, leggete e fate voi, io ci ho provato!

Oggi vi parlo di Aruito di Nagamu Nanaji, shoujo edito dalla Star Comics, e terzo manga ad approdare in Italia di questa mangaka, la conosciamo infatti per Parfait Tic e Koibana.


Titolo: Aruito - Moving Forward
Titolo originale: Aruito
Autore: Nagamu Nanaji
Casa editrice: Star Comics
Anno di pubblicazione: 2014
Stato: concluso
Volumi: 11

"Città di Kobe. Kuko è un'adolescente molto vivace, che vuole dimostrare di essere sempre forte, allegra ed energetica, degli aggettivi che si ripete ogni giorno per apparire sempre al meglio, e sopratutto per compiacere agli altri che amano questo suo carattere. Kuko non demorde mai dinnanzi alla difficoltà e soprattutto odia la debolezza. Qualcosa però farà incrinare le sue convinzioni e il suo essere ciò che è, complice la prima cotta e un nuovo ragazzo arrivato in città che intuisce subito cosa c'è dietro a quel falso sorriso. Come farà Kuko a superare questa fase della sua vita? Cederà alla debolezza e aprirà il suo cuore agli altri nei momenti di difficoltà?"

La protagonista e i bei ragazzuoli
Con questo shoujo, Nanaji sensei, vuole dare prova di esser capace di creare storie più mature, non il classico triangolo amoroso, il manga scolastico, i soliti cliché, questa mangaka vuole dimostrare che è capace di fare di più soprattutto giocando con l'introspezione dei personaggi. Ci è riuscita? La mia risposta è si!

Aruito ha alti e bassi, mi è piaciuto molto, penso che nell'ultimo anno fosse il manga che aspettavo con più impazienza: non riuscivo a capire dove volesse andare a parare, come avrebbe potuto evolversi, insomma era una continua sorpresa proprio perché la storia non si muoveva sui classici e prevedibili cliché.

Come prima cosa dovete sapere che Aruito non ha una trama marcata, c'è si una concatenazione di eventi, ma questi sono dati dell'evoluzione interiore dei personaggi, fatto davvero molto percepibile. 
Per Kuko sciogliersi i capelli rappresenta
sciogliere la sua forza

La nostra protagonista è Kuko, una ragazza solare, allegra e energica, tre parole che rappresentano il suo nome, che fin da piccola le hanno ripetuto spesso e che lei si è imposta di rappresentare: Kuko è forte! Ma lei è davvero così?
Pian piano qualcosa comincerà a sgretolarsi dentro di lei, qualcosa che non vuol far vedere a nessuno e che pure si rifiuta di accettare nascondendolo in tutti i modi, sorridendo quando dovrebbe piangere. La ragazza comincerà a fare i conti con i problemi dell'adolescenza, con le prime delusioni d'amore, con le debolezze e le insicurezza, e non potrà contare su una figura femminile al proprio fianco perché sua madre è morta a causa del grande terremoto di Kobe (è anche un vero maschiaccio!). Kuko dovrà lasciarsi l'infanzia e l'innocenza alle spalle, fare i conti con la realtà, con le persone che la circondando e fidarsi davvero di loro. Il lato ingenuo da ragazzina spigliata che vuole sempre cavarsela da sola pian piano cederà.

Kuko è il fulcro della storia ma attorno a lei ci sono altri
personaggi molto importanti, tre ragazzi e una ragazza, ognuno con un proprio scopo, con dei caratteri e delle vite molto dettagliate che saranno fondamentali per il cambiamento della protagonista. 

A Kuko piace fare foto dal punto di vista degli animali
La migliore amica, Ibu, sempre vestita di nero, appassionata di shoujo manga, il cui passatempo preferito e elaborare congetture shoujo-romantiche sulla vita di Kuko non prendendo mai in considerazione la propria. L'amico d'infanzia, Kyo, cotto di Kuko da anni ma mai ricambiato anche se non ha intenzione di arrendersi. Ota, un ragazzo più grande che studia per diventare artista, primo amore di Kuko e colui che farà scattare l'interruttore del cambiamento di lei, un ragazzo introverso e tormentato. E infine Suzuku, liceale nuovo in città, piuttosto rude e schivo all'inizio ma poi si affeziona alla protagonista innamorandosene accidentalmente. Suzuku secondo me è il ragazzo più importante, essendo un estraneo sarà il primo ad accorgersi che Kuko non è tutta sorrisi ed energia, e a farla sbattere contro la realtà, poi essendo un ragazzo piuttosto brusco e senza peli sulla lingua non avrà problemi a dire ciò che pensa.

Lo so, sembra un bel quadrato amoroso a quanto pare, ma non pesa fidatevi, lei non è l'eterna indecisa sballottata di qua e di là, sarà un po' confusa ma si concentrerà più su se stessa poi che sull'amore, anche se sarà proprio questo sentimento a mettere in crisi.

Momenti di disperazione ...
Aruito è un manga che si divora volume dopo volume. La storia procede lentamente ma proprio per questo, non si può fare a meno di sapere come continua. Spesso mi sono ritrovata a tornare indietro mentre lo leggevo proprio perché i disegni accompagnano tanto le parole; espressioni, gesti e frasi un po' contorte, non te lo fanno sfogliare velocemente, ma intensificano molto la lettura. Insomma se decidi di leggerlo si ritroverai tra le mani un fumetto molto particolare.

L'unica pecca di questo shoujo è la trama piuttosto inconsistente, è uno manga davvero psicologico, tutto ruota attorno al cambiamento interiore di Kuko, e come i personaggi attorno a lei la influenza e vengono a loro volta influenzati. I nodi interiori vengono al pettine però appena arrivi alla fine ti resta la sensazione di essere proprio, come affermerà Kuko stessa "A metà di una salita". 
Ora io dico, Nanaji sensei ha speso più di venti volumi per raccontare il triangolo amoroso di Parfait Tic (dove non "vince" nemmeno quello che piace a me!), e per Aruito non si è dilungata un po' di più? E se davvero penso che uno shoujo avrebbe bisogno di più di 11 volumi vuol dire che seriamente mi è piaciuto e non è ho abbastanza!

Per i disegni niente da dire, bellissimi e capaci di trasmettere le emozioni dei personaggi, la mangaka si è davvero superata! Oltre alla figure umane bisogna complimentarsi anche per i paesaggi, la città che fa da sfondo alla vicenda è Kobe ritratta nei minimi dettagli, infatti in ogni volumetto ci sono degli extra che ti collocano le scene in zone veramente esistenti della città.

Aruito è certamente uno shoujo che consiglio di provare essendo molto particolare e diverso da ciò che si trova di solito in giro, però secondo me o piace o non piace, perché è un manga molto difficile da inquadrare.


giovedì 11 agosto 2016

Let's Five: 5 copertine shoujo a tema estate

Eccomi qua ♥ una nuova Top Five ci attende questa settimana! Ci sto prendendo decisamente la mano con questa rubrica, amo le liste e stilare elenchi, e quando ci sono di mezzo i miei amati shoujo ancora di più.

Agosto è arrivato, siamo nel pieno dell'estate, caldo, mare e vacanze si fanno sentire (o quasi), quindi ho cercato qualcosa a tema, e perché non parlare di cover? Vi avverto già che ci saranno tanti Let's Five a tema cover, perché le copertine dei manga sono una delle cose che amo di più.

Secret Unrequited Love n°4 di Kotomi Aoki
Tutte le cover di questo manga le adoro, le conosco a memoria e ammetto che è la prima che mi è venuta in mente.

Parfait Tic n°10 di Nagamu Nanaji
Per avere l'immagine di questa cover ho dovuto infilare il volume stesso nello scanner perché non la trovavo da nessuna parte nel web, soprattutto in una dimensione decente. Oltre a richiamare molto l'estate è anche una delle mie preferite della serie ♥

Gals n°5 di Mihona Fujii
Non è la cover originale italiana ma l'immagine centrale resta la stessa. La maggior parte delle cover di Gals richiamano un sacco l'estate, infatti ero molto indecisa su quale scegliere.


Nuts Panic n°4 di Haruka Fukushima
Uno dei miei primi fumetti e una delle cover che mi sono rimaste più impresse soprattutto perché rappresenta una scena divertente all'interno del fumetto, e guarda caso i protagonisti sono al mare su una spiaggia.

Ogni nostro venerdì n°5 di Arina Tanemura

Nonostante questo manga della Tanemura non mi piaccia, trovo le cover qualcosa di spettacolare, sono davvero tutte bellissime e questa mi ha colpito molto.


Quale di queste cover vi piace di più? E a te quale cover shoujo viene in mente se pensi all'estate?

lunedì 8 agosto 2016

Tesi di Laurea "Blog letterari" - Ho bisogno di voi!

Buon giorno e buon inizio settimana ♥ oggi vi scrivo un post diverso, personale e allo stesso utile per me. Forse come potete leggere di qua e di là sul blog, tra lamentele o chiacchiericci vari, frequento l'università e sono al terzo anno di Scienze della Comunicazione all'Università degli Studi di Trieste. Un terzo anno ormai agli sgoccioli perché la laurea è molto vicina, ottobre se tutto va bene, per poi buttarmi nella magistrale, se tutto va bene. 

Sto scrivendo la mia tesi di laurea e l'argomento scelto è "Blog letterari: un nuovo modo per comunicare le fatiche editoriali". Il titolo è piuttosto chiaro, vado a toccare i blog che parlano di libri e l'aiuto che essi possono dare nell'universo editoriale.

Tra le varie ricerche che sto facendo,  tra blog, blogger, scrittori e compagnia bella, devo capire anche cosa ne pensano gli utenti e come ne fanno uso, quindi ho elaborato questo sondaggio per ricavare alcuni dati, perché nonostante si è blogger, prima di tutto si è lettori di blog. Molti utenti che navigano su "Dipedenza da Shoujo" non sono solo divoratori di fumetti, ma anche di libri, e molti a loro volta sono blogger che parlano di libri, appunto, quindi:  ho bisogno di voi!

Sarei davvero felice che chi frequenta questo tipo di piattaforme perdesse qualche minuto a compilare questo questionario molto importante per me, e magari chi a sua volta è Book Blogger mi potrebbe dare una mano a condividerlo sul proprio blog, o sulla propria pagina FB del proprio blog (chi davvero lo fa per favore lasci un commento). Il link è qua sotto, cliccate sul titolo gigante:



sabato 6 agosto 2016

Arriva il sequel di Peach Girl di Miwa Ueda

Buon giorno miei dipendenti ♥ un altro sequel? Ma questo 2016 è l'anno dei sequel? Quanti ancora ne spunteranno! Giusto per ricapitolare: sequel di Card Captor Sakura, sequel di Life, sequel di Vampire Knight (e non dimentichiamoci di quelli di Marmelade Boy e Hanayori Dango) e ora questo di Peach Girl, e poi tutti a una certa distanza di anni dalla fine del'opera originale.

Quindi, a quanto pare, Miwa Ueda, ma deciso di riprendere in mano la sua opera di maggior successo e lavorarci di nuovo su, senza dimenticare che ad aprile è stata annunciata la trasposizione live action di Peach Girl


L'annuncio del sequel è arrivo recentemente sul magazine giapponese josei Be-Love, informandoci che Miwa Ueda avrebbe lanciato il sequel nel numero del 12 agosto 2016, il titolo sarà Peach Girl Next.
Com'è facilmente intuibile, questo sequel sarà un josei, infatti la storia è ambientata 10 anni dopo gli eventi della serie originale e vedremo i nostri protagonisti a 27 anni. La trama che è stata rilasciata è la seguente:

"Sono passati dieci anni da quando Momo e Kairi si sono messi insieme. I due contano i giorni che li separano dal matrimonio, ma Sae e Toji riappaiono improvvisamente. Ricomincia l’amore dei quattro ventisettenni! Non perdete questo uragano d’amore!"

Ricordiamoci che Peach Girl è stata pubblicata in Italia dalla defunta Play Press con un totale di 18 volumi, più un breve seguito/spin off di 3 volumi con il titolo Ura Peach Girl!
Purtroppo la serie originale è parecchio introvabile, e posso assicurarvi che mi fa parecchia gola leggerla, molto probabilmente cederò alle scan in inglese se le trovo. Però con la scusa di un sequel non sarebbe male ottenere una ristampa qui da noi!

Cosa ne pensate? Hanno davvero senso tutti questi sequel che stanno uscendo?

Fonte: http://www.mangaforever.net/

giovedì 4 agosto 2016

#17 Acquisti di Claire: serie concluse e pezzi da collezione!


Ufo Baby 1 - Edizione Speciale: la mia relazione con questa serie è piuttosto bizzarra. Tutto è cominciato alla medie, quando nell'edicola del paesino in cui frequentavo la scuola, ho trovato il volume 3 dell'edizione speciale. La storia la conoscevo già dato che da piccola guardavo il cartone animato, e con questo manga sono riuscita ad avere il degno finale mai visto in tv che ho riletto fino alla nausea e che rileggerei ancora. Poi appena al mio primo Lucca Comics, nel 2009, sono riuscita a trovare il volume 2, e infine ora nel 2016, a distanza di circa 10 anni circa, ho trovato il volume 1 in una fumetteria di Padova mentre ero in gita per visitare l'università. Voi non sapete quando sono felice di aver finalmente concluso Ufo Baby ♥ una serie che resterà tra le mie preferite in assoluto, e vi spiegherò il perché con una recensione! (questo sarebbe il mio "pezzo da collezione")

Aruito 11: con questo volume si conclude questa serie di Nagamu Nanaji, la recensione è in cantiere, stranamente avevo bisogno dell'opera completa per parlarvene con chiarezza. Nanaji sensei ha speso più di 20 volumi per parlarci del classico triangolo amoroso di Parfait Tic, invece con Aruito solo 11 dandoci una storia a metà (e guarda caso nella cover si può notare la protagonista e metà di una salita). L'opera mi è piaciuta, ma rileggerò volentieri, però lo sento come un manga che non ha detto tutto, forse perché è stato molto introspettivo e mancava di una trama lineare. Aruito è un percorso di crescita interiore che si è concluso con questo volume 11, ma per una volta tanto avrebbe fatto bene a continuare.

Dolce Primo Amore 4: ma quanto mi piace questo manga! È di una dolcezza devastante, mi fa emozionare con un sorriso, con una frase, con una scena romantica. Non brilla di originalità ma è davvero un turbinio di emozioni che ti trasporta pagina dopo pagina: sono davvero entusiasta! I due protagonisti stanno insieme e ora devono capire cosa cambia dall'essere fidanzati rispetto a prima, perché ora non sono più migliori amici, sono qualcosa di più, e quindi devono un attimo abituarsi al cambiamento, insomma una nuova routine tutta da scoprire. (i personaggi sono quelli del mio logo ♥)

Shooting Star Lens 5: ricapitoliamo un attimo! Il primo volume mi era piaciuto molto, il 2, 3, 4 pessimi ora però ho apprezzato questo volume 5. Il fumetto insomma si è un po' alzato secondo me, le paranoie mentali ci hanno abbandonato lasciando posto a scena romantiche e tavole ad effetto che mi hanno un po' emozionata. Ora che il rapporto tra Risa e Yugure si è consolidato, si comincia a scavare nel background dei personaggi, soprattutto il quello di lui. Dato che il fumetto fino ad ora, primo volume escluso, non mi stava piacendo, dopo questo quinto volume spero in un miglioramento definitivo ma sinceramente non saprei cosa aspettarmi.

Seguite anche voi qualcuno di questi shoujo? Cosa ne pensate?

martedì 2 agosto 2016

Goen: "Say I love you" e "Tokyo Alice" riprendono a settembre

Buon giorno miei dipendenti ♥ piccola news interessante su alcune promesse che molto probabilmente verranno mantenute (e non fatte a vuoto)! Vi ricordate il caso GP e JPOP e i manga interrotti? E poi la promessa della Goen di riprendere due serie interrotte? Ebbene, a quanto pare qualcosa si sta muovendo!

Mentre mi documentavo per scrivere le uscite di Settembre 2016, ho avuto una grande sorpresa per l'universo shoujo: finalmente abbiamo un mese in cui riprenderanno le serie interrotte! Settembre a quanto pare è un mese pieno di novità interessanti, e anche la Goen farà la sua parte mantenendo le promesse fatte a noi lettori a maggio.



Con Say I love you eravamo rimasti al volume 13, mentre per Tokyo Alice al volume 8, e ora che finalmente che abbiamo qualche certezza ammetto che mi piacerebbe recuperare Tokyo Alice!

Voi seguivate una di queste serie?

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...